FAQ

Se devi fare la prima visita

HO GIA’ EFFETTUATO UNA VISITA SPECIALISTICA ( ORTOPEDICA, FISIATRICA,NEUROLOGICA, ECC) ED HO UNA PRESCRIZIONE DI FISIOTERAPIA. POSSO EVITARE LA PRIMA VISITA?

NO, sono due cose completamente diverse.  La prima visita serve  ad acquisire tutti gli elementi necessari ad impostare un trattamento riabilitativo individuale, che non vengono forniti dalle visite mediche specialistiche, anche se molto accurate, ad esempio la valutazione posturale,  i tuoi  schemi di posizione e di movimento, la valutazione del carico e dell’appoggio dei piedi, la relazione con eventuali altri sintomi, la presenza di problemi viscerali che possono essere correlati al mal di schiena, lo stile di vita, ecc. Ovviamente durante la visita prenderò visione dei referti specialistici e delle indicazioni in essi riportate.

COSA DEVO PORTARE ALLA VISITA?

Tutti i referti medici e gli esami diagnostici in tuo possesso, anche non pertinenti al problema per cui vieni a visita: lastre, Risonanze, TAC, ecografie, esami del sangue, referti di visite specialistiche, cartelle cliniche, ecc. Durante la visita prenderò visione di tutto il materiale necessario ad avere un inquadramento generale del tuo stato di salute, ricercare le cause del tuo mal di schiena e  verificare la presenza di eventuali limiti o controindicazioni al trattamento riabilitativo, ad esempio: cardiopatie, problemi respiratori, gastriti, coliti, ecc..

COSA DEVO INDOSSARE?

Non è necessario un particolare abbigliamento, tuttavia ad un certo punto della visita ti sarà richiesto di togliere i vestiti. Quindi ti consiglio di indossare una baincheria intima comoda per non sentirti in imbarazzo e poterti muovere liberamente

IL COSTO DELLA VISITA E’ DETRAIBILE DALLE TASSE?

SI’, è possibile detrarre dall’imposta lorda un importo pari al 19% ai sensi dell’ art 15, comma 1, lett. C del TUIR inerente le spese sanitarie.

POSSONO ASSISTERE ALLA VISITA ALTRE PERSONE?

Può assistere alla visita solo un parente e se si tratta di bambini/adolescenti o anziani. In caso di pazienti adulti la presenza di familiari è sconsigliata poiché, andando ad indagare ambiti personali, il paziente potrebbe non esprimersi liberamente. Durante la visita potrebbe essere richiesto al familiare di uscire dalla stanza, per motivi di privacy o nel caso in cui interferisca con il buon andamento della visita.

MI VERRA' RILASCIATO UN REFERTO?

Al termine della visita ti verrà consegnata la tua scheda, che conterrà tutti gli elementi emersi e tutte le indicazioni terapeutiche. Questo ti consentirà di rilassarti durante la visita, poiché non dovrai cercare di memorizzare quanto ti dirò. Inoltre potrai far visionare il referto al tuo medico di base o al tuo specialista di riferimento.

Dopo la prima visita

QUANTE SEDUTE DOVRO’ FARE PER RISOLVER E IL MIO PROBLEMA?

Non è possibile rispondere a queste domanda. Ogni mal di schiena è diverso, le cause sono diverse ed ogni persona  risponde in modo diverso alle cure. Il trattamento comunque è impostato in modo da ottenere il massimo risultato nel minor tempo possibile, a patto che si seguano TUTTE le indicazioni fornite in sede di visita e di trattamento.

AVETE MACCHINARI COME LA TECAR, IL LASER, LA IONOFORESI, LA TENS, ECC?

NO, nel centro amalatuaschiena si pratica solo terapia manuale altamente specialistica, secondo  tecniche riabilitative all’avanguardia  e scientificamente riconosciute.  Credo nell’approccio alla  CAUSA del mal di schiena , per questa ragione non utilizzo macchinari, che hanno un azione esclusivamente sul sintomo.

TERMINATO IL PERCORSO, STARO’ BENE O DOVRO’ CONTINUARE A D EFETTUARE DEI CICLI DI TERAPIA PERIODICI?

Il percorso è impostato in modo tale che tu impari a gestire da solo il tuo mal di schiena. Infatti  in associazione al trattamento riabilitativo in studio è previsto un autotrattamento a casa, che ha i seguenti obiettivi:

  • Mantenere i risultati ottenuti durante le sedute
  • Prendere consapevolezza delle nuove posture che ti verranno insegnate e renderle automatiche
  • Imparare a gestire il dolore
  • Guarire prima

Quindi non avrai bisogno di cicli periodici, poiché se seguirai tutte le indicazioni che ti darò durante il percorso, starai bene definitivamente e dovrai solo mantenere il risultato ottenuto.

E’ consigliabile un controllo a distanza, da concordare insieme, per monitorare la situazione nei primi tempi dopo la dimissione.